documenti  - Task-Force

  • Notizie
  • Documenti
  • F.A.Q.

Cos'è la Task Force per un’Italia libera da OGM?

E' una coalizione composta da organizzazioni del mondo agricolo, ambientalista, cooperativo e consumeristico (Acli, Adoc, Adiconsum, Adusbef, Aiab, Amica, Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, Assoconsum, Campagna Amica, Cia, Città del Vino, Cna Alimentare, Codacons, Coldiretti, Crocevia, Fai, Federconsumatori, Federparchi, Focsiv, Fondazione Univerde, Greenaccord, Greenpeace, Lega Pesca, Legacoop Agroalimentare, Legambiente, Lipu, Movimento dei consumatori, Movimento difesa del cittadino, Slow Food Italia, Symbola, Unci, Upbio, Vas, Wwf), che da anni, cooperando con gli enti locali e le reti europee, promuove e sostiene azioni per salvaguardare i caratteri identitari del nostro prezioso patrimonio agroalimentare dalla minaccia derivante dagli OGM che uniformano le produzioni con seri rischi per  l’ambiente, la salute umana e l’economia.

EVENTI

Manifestazione Task Force Per Un Italia Libera da OGM

Giovedì 20 giugno 2013, ore 14,30, manifestazione della Task Force a Montecitorio

 Documento di convocazione

Selezione di articoli di interesse:

 Messagero Veneto - prima pagina - domenica 16 giugno 2013

 Messaggero Veneto - articolo 1/2 - domenica 16 giugno 2013

 Messaggero Veneto - articolo 2/2 - domenica 16 giugno 2013

 Il Gazzettino di Pordenone - domenica 16 giugno 2013

------------------------------------------------------ 

Pubblicato il volume “Scienza incerta e dubbi dei consumatori – Il caso degli organismi geneticamente modificati”

Fa capo alla Task Force un folto gruppo di autorevoli scienziati, impegnati in aree di ricerca differenti - dalla genetica all'alimentazione, dalla medicina all’economia agraria, dalla zootecnia all’ecologia, dalle produzioni vegetali ai brevetti – gli stessi sono autori del libro “Scienza incerta e dubbi dei consumatori – Il caso degli organismi geneticamente modificati”, una pubblicazione scientifica che  permette di evidenziare la molteplicità di impatti che può avere l'introduzione di organismi transgenici in agricoltura e in alimentazione.

Tale volume è scaricabile al seguente link:

DOCUMENTI

 Articolo su Messaggero Veneto - 8 novembre 2013 - "Inquinamento da OGM, ora indaga anche Udine"

 Articolo su Il Gazzettino - 8 novembre 2013 - "Mais OGM in decine di campi" 

 Attività del Corpo Forestale dello Stato in materia di OGM - 6 novembre 2013

 Decreto interministeriale che sancisce il divieto di coltivazione del mais OGM - 12 luglio 2013 

 Appello no-OGM a partiti e candidati

 Sentenza Corte di Giustizia UE C-36/116 del 6 settembre 2012 (blocco generalizzato della coltivazioni degli OGM) 

 Long term toxicity of a Roundup herbicide and a Roundup-tolerant genetically modified maize (Gilles-Eric Séralini, Emilie Clair, Robin Mesnage, Steeve Gress, Nicolas Defarge,
Manuela Malatesta, Didier Hennequin, Joël Spiroux de Vendômois
) - Studio dell'Università di CAEN sulla tossicità degli OGM (in lingua inglese) 

 Sentenza della Cassazione penale del 22 marzo 2012, n. 11148 (principio di coesistenza tra le colture)

----------------------------------------------

la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, con delibera del 4 aprile 2012, ha deliberato la richiesta al Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, nelle more dell'approvazione della proposta di modifica della direttiva 2001/18/CE, di procedere con l'esercizio della clausola di salvaguardia ai sensi dell'articolo 23 della direttiva 2001/18/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 marzo 2001, così come recepita dall'articolo 25 del decreto legislativo 8 luglio 2003, n . 224.

-  Delibera 4 aprile 2012 - Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Licenza Creative Commons
I documenti INTERNI e le pagine di cui si compone questo sito sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.5 Italy. Ogni utilizzo del contenuto al di fuori dei termini di licenza è esplicitamente proibito e perseguibile a norma di legge.